lA mErEnDa CoNtA: lO sPoT

sguardo

Oggi condivido con voi un bello spot sul diabete di tipo 1 che avevo già visto girare sul web l’anno scorso, e che con molto piacere ho ritrovato da poco in tv. Forse vi è già capitato di vederlo durante la pubblicità o magari vi capiterà nei prossimi giorni.

Novembre è il mese dedicato al diabete, il 14 sarà la giornata mondiale del diabete, ed è giusto che di diabete si parli il più possibile, soprattutto del diabete di tipo 1, che è poco conosciuto.

Lo spot mi è molto piaciuto. Una delle tante cose che mi ha emozionato? Lo sguardo tra le due mamme ad inizio video. Quello sguardo racchiude il desiderio di lasciare andare il proprio bambino, la richiesta tacita di prendersene cura, la gratitudine per una sensibilità che non è affatto scontata, la preoccupazione di affidarlo nelle mani di un’altra persona, la paura che possa succedere qualcosa e tanto altro ancora.

Cinzia Grassi, dell’associazione “Edoardo con Noi“, mi racconta:

Il video ha la pura finalità di far leva sulla sensibilità delle persone, lo scopo è informativo , fondato su solide basi scientifiche, per esempio la conta dei carboidrati, ma reso di facile comprensione per la grande massa della televisione, che spesso non può concentrarsi a capire, ma ha solo bisogno di essere colpita. Speriamo di colpire la maggior parte delle persone , per poi appassionarle alla nostra causa e contare su di loro per le nostre attività future.

Abbiamo scelto i bambini perché sono il nostro futuro è perché sono quelli che più patiscono la gestione della malattia, oltre al fatto che desideriamo scardinare il concetto che il diabete sia una patologia che riguarda solo gli adulti e le persone che mangiano troppo. Abbiamo concentrato l’attenzione sulla loro semplice psicologia e sui loro ingenui gesti, che però sono quasi sempre più efficaci e mirati di quelli degli adulti.

Abbiamo voluto porre l’accento sul fatto che è la quotidianità la cosa più complessa da gestire come l’occasione di una festa o di un semplice invito da un amico. Per questo diciamo “nella vita di un bambino sono le minuzie che contano”.

Il nostro lavoro servirà per dare supporto psicologico alle giovani famiglie di bambini diabetici. Questi bambini hanno bisogno, non solo della medicina, ma anche della psicologia e della solidarietà, termine inflazionato e spesso sottovalutato, ma la solidarietà, per come la intendiamo noi, significa una cerchia sociale solida attorno, avere qualcuno su cui poter contare, e fare affidamento. L’associazione Edoardo con Noi e’ questo: e’ una onlus su cui si può contare, sempre.

Perché per noi il diabete conta.

Il video nasce da un’idea di Lorenzo Castelli, amico di Edoardo, con la collaborazione ed il sostegno realizzativo di Maria Grazia Cucinotta. Per maggiori informazioni, vi rimando alla pagina del Segretariato Sociale Rai.

Io personalmente ringrazio Cinzia Grassi, per il suo coraggio, la sua tenacia, la sua forza e la sua perseveranza. 

Ecco il video:


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...